Divisione news & media

Rappresentante o informatore tecnico scientifico ?


E proprio vero che gli informatici non contano a nulla. Ci stanno prendendo in giro come al solito e noi stiamo a guardare in silenzio pensando ognuno al proprio orticello. Voglio dimostrare, con i fatti, quale "peso sociale" sia rappresentato dalla figura dell'informatico professionista, riportando qui l'escursus di un progetto di legge che è stato volutamente insabbiato. Non voglio qui disquisire sull'importanza o utilità di un albo professionale, tanto richiesto e nello stesso tempo tanto criticato, spesso giustamente, da molte parti. Nell'ormai lontano 1996, fu presentato, da parte di un organizzazione che racchiudeva le principali associazioni nazionali di informatici, una proposta di legge nella quale si proponeva l'istituzione di un albo Professionale. Tale proposta fu "bollata" con un provvedimento di discussione urgente (ex art.39), vista l'importanza che allora veniva data all'istituzione di un albo di professionisti che sempre più ricoprono ruoli importanti all'interno delle aziende e delle istituzioni. Nel tempo, le notizie inerenti quella proposta di legge sono andate scemando al passo con la speranza, sempre più flebile, di chi ne chiedeva l'istituzione. Ci fu detto in varie sedi, che per la nascita di nuovi ordini professionali ci potevamo mettere l'animo in pace. L'antitrust si è espresso contro, il Governo ha emanato il decreto Fassino che auspica nuove regole (per ora nelle intenzioni) ma non prevede la nascita di nuovi albi professionali regolati dalla legge, discussioni ad alti livelli (visto in televisione al Maurizio Costanzo Show) che pontificavano l'importanza della libera concorrenza fra professionisti in un contesto europeo. Il mese di Novembre 2000 ha definitivamente spento le speranze di chi tanto si è dato da fare per istituire un Albo professionale che racchiudesse le principali regole di condotta della professione di informatico. Bene. La notizia, passata un pò in sordina fra le associazioni di Categoria, ha comunque rallegrato gli animi di chi da tempo chiede che vengano istituite Regole certe. Niente Albo?? ok. Ci regolamentate? ok. Scusate se nel frattempo ci abbiamo provato. E giusto che non nascano nuovi albi professionali, accettiamo le critiche di chi ci accusava di voler creare gruppi di potere, con oscuri presagi sul futuro del mercato, e pazienza per gli Albi che attualmente esistono e che non sono stati aboliti in quanto istituzioni "sacre" che rappresentano "professioni protette".

Ma.... una notizia ci giunge come un fulmine a ciel sereno. Dal Giornale del Medico del 26 Febbraio 2001 scritto da Carla Autelli viene pubblicato un articolo che titola..."Informatori Scientifici, l'albo è al traguardo" con sottotitolo "Superato l'esame della commissione Affari Sociali". COME ?? Un nuovo Albo Professionale ??? La proposta di legge nº 7567 prevede che il Consiglio nazionale dei Collegi degli informatori scientifici del farmaco possano "vigilare per la tutela della categoria....". Sapete chi sono gli informatori scientifici del farmaco vero ?? Lho chiesto in giro a vari Colleghi....risposta unanime.... sono i "rappresentanti di medicine" che entrando dal medico, superando la fila in barba alle vostre ore di attesa per una visita, presentano i nuovi farmaci che ci verranno somministrati dietro presentazione di una ricetta medica. Un compito socialmente delicato che merita di diventare professione protetta ??? Bene! Del resto il loro compito è di una delicatezza estrema ed è socialmente utilissimo che venga istituita una legge per proteggerli. Così sarà per loro più facile continuare a promettere favolosi regali agli acquirenti più inclini a preferire i prodotti che con tanta professionalità hanno presentato. Molto bene. Che dire se poi in un Ospedale si acquista dall'informatore tecnico del software, un sistema bacato e la rete si blocca paralizzando l'attività di centinaia di persone creando disagi anche ai pazienti ???. La colpa non ricadrebbe sull'informatore tecnico del software (il rappresentante) ma come sempre sul professionista che ha installato il sistema (hardware o software poco importa), il quale, tapino, di albi professionali non ne ha mai sentito parlare, di regole tanto meno, e non sa che potrebbe rifiutarsi di installare sistemi (e potrebbe farlo tutelato dalla legge) che sa perfettamente non essere all'altezza del contesto nel quale vengono utilizzati .

Lascio a voi le conclusioni che credo non saranno molto difformi dalle mie. Magari l'istituzione di un albo professionale non è il toccasana ai problemi che sono congeniti della nostra categoria di professionisti dell'informatica, magari sbaglio a voler considerare un Albo professionale come un insieme di regole comuni, magari qualcuno crede che stia cercando un modo per esercitare il potere di una "casta di eletti" che comunque è in grado di generare forti pressioni soprattutto economiche sui clienti, magari dimentico che tutte le categorie, protette o non protette, sono in qualche modo legate a necessità tecniche che solo noi siamo in grado di gestire e che possiamo veramente fare il bello ed il cattivo tempo nel nostro interesse anche senza un Albo professionale, magari vorrei vedere finalmente in galera certi "Colleghi" che accumulano fortune dietro un aria di professionalità dettata sostanzialmente dal fatto che chiunque può svegliarsi al mattino e dire che è bravo in base a propri criteri di giudizio, magari non riesco ancora a capire quale sia il ruolo di una persona onesta che lavora in un mercato popolato di ladri e truffatori che informano i clienti, sicuri che nessuno potrà verificare le loro informazioni, magari inizierò anche io in futuro a truffare i clienti sicuro di rischiare di meno e guadagnare di più, certo è che oggi è sabato e domani si va a votare. Ci andrò per rispetto al senso del dovere, ma lo farò con un grandissimo senso di nausea. Ci sarà un farmaco adatto per la nausea provocata dalla politica? Lo chiederò ad un rappresentante.

Giovanni Grandesso

Translate

Ricerca personalizzata

Novità

Non ci conosciamo ancora? Procedi con la registrazione (sez. login) per ricevere in anteprima le ultime novità di questa sezione.

Bando di selezione ANIP

Bando di ammissione. Controlla le date di scadenza per accedere alle prove di selezione ANIP

Libro

Pubblicato il libro Il DPS Guida alla compilazione. Semplice guida completa di modulistica ed esempi pratici per la compilazione del D.P.S. (Documento Programmatico per la sicurezza Collana ANIP testi professionali.

Google

Sito Accreditato ANIP











© 1996-2017 - esperti.com tutti i diritti riservati. Sito sviluppato per le specifiche W3C HTML 4.x Uso, duplicazione, riproduzione, diffusione, copia, distribuzione delle informazioni contenute nel sito, degli articoli, dei marchi e delle immagini senza espressa autorizzazione sono vietati. Pagina visualizzata il 24 / 11 / 2017 alle ore 04:51 (IP 54.162.164.86) con un browser CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/) - esperti.com p.iva 00899550248 - Sede operativa nella sezione Contatti - e-commerce transactions by paypal.com - hosting by gandi.net
esperti.com