Divisione news & media

L'informatico senza struttura


Dicasi "informatico senza struttura" quella figura professionale che opera in proprio come ditta individuale, senza appartenere ad alcuna società di qualsiasi tipo. Meno male. Pensavo di essere stato catalogato in una particolare specie di invertebrati o di essere identificato come organismo mono cellulare. Questa etichetta mi è stata "appiccicata" da un tecnico hardware di Roma ("uno di quelli bravi, che continuano a vendere parti di ricambio sino a quando il guasto non scompare come per magia"), dipendente di una grossa catena di negozi di informatica, nel corso di un intervento nel quale io ricoprivo il ruolo di supervisore super partes con l'incarico di verificare i motivi che determinavano un insolito consumo del PC di schede di ricambio. Mi aveva chiesto che lavoro facevo, ed alla mia risposta (libero professionista) disse "....qui a Roma se non hai struttura non ti prende nessuno...." (tradotto significa "se non appartieni a nessuno, nessuno ti vuole"). Ho volutamente omesso di elencare i molti clienti che conto nella capitale, disponibili a retribuire una trasferta comprensiva di aereo , alberghi, taxi e pasti oltre alla parcella, pur di assicurarsi la mia presenza e le mie prestazioni. Un fondo di verità nella sua affermazione, effettivamente esiste.

Molti clienti preferiscono, a volte in modo ingiustificato, affidarsi a grosse aziende che diano garanzie nella continuità dei servizi offerti, aziende economicamente solide che possano offrire sicurezza, competenza, professionalità, interventi rapidi e tempestivi, ecc., questo almeno sulla carta. Il dirigente di una grossa azienda non si spreca ad incaricare un singolo professionista per un grosso progetto di sviluppo o per la progettazione di una rete "complessa", non ha Struttura. Il rischio di fare brutta figura con i superiori se il professionista sbaglia qualcosa è di gran lunga superiore allo stesso rischio che si corre se l'errore è commesso dalla Struttura. Con la Struttura è più facile mettersi d'accordo ("io vi do l'incarico e voi mi regalate l'auto nuova"), anche per coprire gli eventuali errori grazie alla complicità creata dalla "provvigione, magari cabrio con sedili in pelle". La Struttura ha inoltre la capacità di fagocitare i liberi professionisti che ne sono privi, per farli propri, obbligandoli ad accettare compromessi, a chiudere un occhio quando si accorgono che qualcosa che non va, a proporre questa o quellaltra soluzione "....che è meglio così se vuoi continuare a lavorare.....". La Struttura ha una faccia nascosta, invisibile al pubblico. L'unico canale di input - output è rappresentato dall'amministratore e dai suoi commerciali. Altri canali di comunicazione non sono disponibili ed è fatto assoluto divieto, pena lespulsione, di divulgare la verità. Per questo motivo i Professionisti fagocitati vengono sottoposti ad un vero e proprio lavaggio del cervello prima di essere messi in contatto con lesterno. Un periodo di tempo variabile chiamato "Corso di Formazione Professionale Interno" nel corso del quale si individuano nel soggetto i punti deboli o le idee sbagliate e si stravolge il significato di Etica, Deontologia, Professionalità. Questo processo di indottrinamento non è noto al Cliente che ama la Struttura preferendola al Professionista.

Spesso i Liberi Professionisti sono consapevoli della situazione esposta precedentemente e cercano di aggregarsi ad altri Colleghi. Mossa vincente che permette loro di garantire competenza a più livelli, altrimenti impossibile da condensare in un'unica persona, pur mantenendo la loro autonomia. Mossa vincente che offre una garanzia supplementare non offerta dalla Struttura, in quanto incompatibile. La garanzia che le soluzioni offerte sono frutto di studio e mediazione di più teste pensanti e non parto podalico malriuscito di un commerciale, la cui unica preoccupazione nella stesura di un progetto (confuso spesso con "preventivo") sta nel corretto calcolo dei margini e dei profitti. Un singolo professionista, in proprio come ditta individuale, può non essere adatto ad incarichi che richiedano competenze multiple, ma può esserlo sicuramente se questi rappresenta il tassello giusto nel mosaico generale del progetto. Un Network di Veri Professionisti, ognuno dei quali opera autonomamente con il proprio concorso di idee, che coordina ed è allo stesso tempo coordinato da altri colleghi che, allo stesso modo accettano, la concertazione di un progetto impossibile da sviluppare da un singolo. Un Network così concepito rappresenta il giusto equilibrio e la giusta soluzione che impedisce il verificarsi delle anomalie congenite proprie della Struttura.

Giovanni Grandesso

Translate

Ricerca personalizzata

Novità

Non ci conosciamo ancora? Procedi con la registrazione (sez. login) per ricevere in anteprima le ultime novità di questa sezione.

Bando di selezione ANIP

Bando di ammissione. Controlla le date di scadenza per accedere alle prove di selezione ANIP

Libro

Pubblicato il libro Il DPS Guida alla compilazione. Semplice guida completa di modulistica ed esempi pratici per la compilazione del D.P.S. (Documento Programmatico per la sicurezza Collana ANIP testi professionali.

Google

Sito Accreditato ANIP











© 1996-2017 - esperti.com tutti i diritti riservati. Sito sviluppato per le specifiche W3C HTML 4.x Uso, duplicazione, riproduzione, diffusione, copia, distribuzione delle informazioni contenute nel sito, degli articoli, dei marchi e delle immagini senza espressa autorizzazione sono vietati. Pagina visualizzata il 24 / 11 / 2017 alle ore 04:54 (IP 54.162.164.86) con un browser CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/) - esperti.com p.iva 00899550248 - Sede operativa nella sezione Contatti - e-commerce transactions by paypal.com - hosting by gandi.net
esperti.com