Divisione news & media

Affittaprogrammatori

Riporto nel seguito una segnalazione di un Collega pervenuta all'indirizzo e-mail info @ alboinformatici.com E uno spunto di riflessione per alcune considerazioni in merito alla situazione attuale relativa al lavoro in "sub-appalto". Il testo è commentato.

All'attenzione del sig. Giovanni Grandesso.
Buongiorno mi presento, sono (...omissis...) studente di Ingegneria Informatica (mi mancano 9 esami) e al momento modesto programmatore Visual Basic con due anni di esperienza, conoscenza hobbystica e per vari corsi frequentati di anche altri linguaggi; ho visto il suo sito e devo dire che mi ha colpito molto; bene le illustro le mie idee e mi dica se anche lei la pensa come me.


Da Luglio 2002 sto cercando lavoro come programmatore. Data la sua vasta esperienza saprà meglio di me che nel settore sono presenti delle società di consulenza che dietro ai nomi di outsorcing, body rental, consulting, sono delle vere e proprie società di caporalato, dove tra te che lavori e ti spacchi il culo e il cliente finale ci sono anche due o tre livelli di intermediazione, questo si traduce in stress,mancanza di chiarezza e onestà sia verso me che lavoro, e "smarrimento esistenziale", ovverosia per chi lavoro io ?????

Esistono anche dei casi più gravi dove si è costretti ad eseguire gli ordini dati da tutti coloro che stanno "in mezzo" (anche ordini a volte in contrasto fra loro) ed assumersi pure le responsabilità delle conseguenze. Il problema nasce dal tipo di inquadramento cui si decide di sottostare, ovvero libero professionista, collaboratore a progetto, dipendente a tempo indeterminato o determinato, ecc... Per la collaborazione a partita iva risulta chiaro e doveroso però definire con estrema chiarezza i limiti di responsabilità con conferimento di incarico scritto e valutare di volta in volta l'opportunità di accettare o meno l'incarico.

Ovviamente questi sono gli aspetti "psicologici". In termini concreti il tutto si traduce nell'abbassare il tuo potere contrattuale e cose simpatiche del tipo che al cliente finale costi 1 milione e tu prendi 200.000 (questo capitava ad un mio ex-collega programmatore Cobol),

Non è raro soffrire in questi casi della sindrome "...potrei guadagnare di più se avessi contattato direttamente il cliente..." Sarebbe stato in grado di farlo da solo?? Avrebbe avuto la possibilità di acquisire quel cliente senza un "aggancio" ?? Il suo curriculum è così ben guarnito da essere preferibile rispetto ad altri? Ed il suo potere contrattuale su cosa si concentra? nell'esperienza, nella voglia di emergere o nelle dimostrate capacità professionali?

Il dilemma è appunto nel "contatto con il cliente", l'ideale sarebbe che se sul suo sito ci fossero presenti 1000 consulenti informatici (ANCHE ALLE PRIME ARMI),

OK, non sono 1000 professionisti ma il sito conta ad oggi quasi 750 accessi giornalieri in media. La mia scheda skill è visitata in media 2 volte al giorno. Dai contatti diretti, scremando chiaramente le richieste stupide e gli incarichi semplici che valuto attentamente, posso procurarmi al minimo 1 buon incarico all'anno e riesco a vivere. Credo che più della quantità conti la specializzazione personale. So che qualcuno mi sta cercando in questo momento ed ho voluto dare a tutti la possibilità di trovarmi direttamente senza intermediari. Ritengo sia il sistema migliore. Pensi che ho voluto estendere questa possibilità anche ai moltissimi Colleghi più bravi di me. Sarebbe giusto secondo lei mescolare professionisti con anni di esperienza con altri alle prime armi? Forse si, forse no. In ogni caso è evidenziata la data di nascita, le specializzazioni, le esperienze vissute, ecc. Sta al cliente scegliere utilizzando propri criteri di selezione che devono esulare dalle tariffe personali (preferirebbe essere scelto solo perchè costa poco?).

beh una società di informatica seria (capace quindi di creare un team di lavoro e proporsi al cliente finale) oppure una azienda vera e propria beh, prima di rivolgersi a certi figuri (stando alle leggi del mercato) aprirebbe il sito, guarderebbe quali consulenti soddisfano le richieste e li contatterebbe direttamente.

Non è così semplice ed immediato mi creda, ma accade.... a volte. Purtroppo o per fortuna non succede spesso che ci sia l'abitudine di consultare siti specializzati nell'offrire figure professionali specializzate nel settore IT. I criteri di selezione, le modalità di ricerca, le tipologie professionali richieste, le modalità di contatto sono troppo numerose per una soluzione globale, flessibile, appetibile e funzionale al 100%

Guardando sui vari siti, ho constatato che una persona con le mie competenze professionali può essere venduta da (...omissis...) a 250euro al giorno (e dire che la mia richiesta di 120euro al giorno ad alcuni è parsa esagerata....), bene se il sito diventasse ben visibile e io mi vendessi a 170euro al giorno, che dire una azienda seguendo le normali leggi del mercato contatterebbe me invece che (...omissis...) (società leader di mercato che può offrire consulenti preparati e all'altezza, capaci di lavorare in team blablablablabla....), il cliente risparmierebbe 80euro io ne guadagnerei 50 in più e saremmo tutti contenti,

non sono proprio convinto che le cose stiano così. Per quello che mi riguarda il sito è ben visibile, scarno nella grafica ma chiaro nei contenuti (ma questo è solo il mio parere e non conta). Esistono poi altri siti, apparentemente con lo stesso obiettivo ma con modalità differenti. Ma nel suo caso, cosa le fa pensare che un sito ben visibile le offra la garanzia di essere preferito ad altri ? quale potrebbe essere il criterio di scelta di una società che ricerca collaboratori? Quanto contano le tariffe rispetto all'esperienza?
Essere preferiti per le tariffe, in barba alla qualità delle prestazioni offerte e pensare più al proprio guadagno che alla soluzione reale che ognuno di noi è in grado di portare in termini di benefici tangibili, è indice di egoismo. Orientarsi al cliente per ottenere credibilità e/o prestigio potrebbe essere la strategia vincente. Orientarsi al cliente (a parole tutti dicono di farlo ma moltissimi sono ben lungi dal praticarlo) richiede uno sforzo mentale personale non indifferente, senso dell'onestà, pulizia mentale.

bene SE ANCHE LEI LA PENSA ESATTAMENTE COME ME HO PIACERE DI COMUNICARLE CHE ERA MIA INTENZIONE APRIRE UN SITO CON TUTTI I PROFILI INFORMATICI MA DOPO AVER CONTATTATO ALCUNI MIEI EX-COLLEGHI HO VISTO CHE LA COSA ERA UN PO DURA DA FARE MA NON MI SAREI SCORAGGIATO, ora ho ritrovato fiducia, anche se la cosa diventasse troppo grande forse non so a quanti piacerebbe (Se ben ricorda Enrico Mattei con un discorso analogo sul petrolio è finito molto ma molto male),

ma io vorrei partecipare, e spero bene all'albo non vengano ammessi gli affittaprogrammatori, persone che sul principio del "ti mando io una persona" e del "io ho il contatto con il cliente", stanno seduti, parlano al telefono, e dietro la figura di commerciale (professione che ha una sua alta dignità in termini di agenti di vendita, rappresentanti, responsabili ufficio acquisti e vendite) si nascondono dei VERI E PROPRI PARASSITI CHE NON FANNO NULLA E SUL TUO LAVORO GUADAGNANO SENZA RISCHIARE, SENZA FARE UN EMERITO NULLA. presso uno di questi figuri,

Premetto che ANIP è una libera associazione con delle regole definite e l'adesione non è abilitante alla professione (non esiste obbligatorietà di associazione per esercitare la professione). Detto ciò, quelli con cui si scaglia contro, sono dei commerciali che vendono "risorse umane" (un termine che non ho mai visto di buon occhio), e sono paragonabili ai commercianti di schiavi. La differenza è che gli schiavi non sono catturati, picchiati, torturati e costretti a lavorare a tariffe da fame. E una libera scelta del professionista affidarsi a loro, si spera consapevole delle conseguenze. Esistono in quanto approfittano di una situazione di mercato favorevole e di un bacino di manodopera molto fornito, popolato da "professionisti" alle prime armi (ai quali parlare di formazione risulta impossibile), cialtroni, ignoranti, ladri, buffoni, chiacchieroni, buoni a nulla, arroganti, bugiardi, presuntuosi, introversi, egoisti, ecc.....

lo so, mi si dice che all'inizio o in caso di necessità quello che si piglia si piglia, ho fatto colloqui con società serie di informatica,ad esempio (...omissis....) SPA ha nel suo status il rifiutare il subappalto e di privilegiare il rapporto diretto con il cliente, in altre ho notato il titolare come una persona che si occupa di informatica da tanto tempo, ha entusiasmo per quello che fa, purtroppo alcune aziende non vogliono capire cosa vuol dire rivolgersi anche tramite Internet ad un candidato finale, ma si affidano ai parassiti, creando così piramidi e caporalato dove chi lavora è un emerito somaro. uno dei tanti programmatori, come me ne esistono parecchi, forse non sono all'altezza di entrare nell'albo,

In caso di necessità non si piglia ciò che capita. Si opera sempre con criteri di selezione degli incarichi basati su regole precise. E nostro dovere sempre e comunque garantire risultati nei limiti dello stato della tecnica. Qualora tale garanzia venisse a mancare è necessario essere onesti e dichiarare la cosa al fine di concordare l'oggetto della fornitura in termini di prestazione. Anche questo fa la differenza fra un professionista ed un cretino. L'affidarsi ai "parassiti" non dipende totalmente dal cliente finale e le aziende appaltatrici lo fanno in alcuni casi per sfruttare la situazione favorevole creata da un surplus di figure professionali in stato di necessità determinato da scarsa preparazione.

OPPURE MI DISPIACEREBBE MOLTISSIMO E SAREBBE UNA GRANDE DELUSIONE SE LEI INVECE STA CERCANDO APPUNTO I COSIDDETTI AFFITTAPROGRAMMATORI, ho scritto anche all'Ing. (...omissis...) e se il suo spirito di azione è lo stesso del mio, sarò il secondo consulente che si iscrive per la regione Lombardia. proficua collaborazione.

Se avesse letto gli scritti pubblicati invece di buttare giù di getto il suo sfogo, avrebbe potuto ottenere due vantaggi: il primo sarebbe stato quello di dimostrare come il suo pensiero sia sempre dettato dalla conoscenza, il secondo di dimostrare come un professionista maturo è sempre consapevole dei propri limiti / doveri nei confronti del cliente. Il suo problema è una conseguenza. L'unico modo per risolverlo sta nel lavorare su se stesso e prendere coscienza di cosa sta andando a fare con il suo lavoro e qual'è il beneficio da offrire ai suoi potenziali clienti. Attuare poi una rete di relazioni che le possano permettere di farsi conoscere risulterà difficilissimo, a meno che non affini le sue capacità di comunicazione. In ogni caso, da solo come libero professionista, difficilmente sarà preferito alle grandi società, le quali, a volte, si comportano peggio degli afffittaprogrammatori. E pronto per entrare a far parte dell'associazione? Forse si, forse no. Servono dei segnali forti, non delle dichiarazioni di intento. Quale contributo potrebbe portare a favore dei suoi Colleghi?

Giovanni Grandesso

Translate

Ricerca personalizzata

Novità

Non ci conosciamo ancora? Procedi con la registrazione (sez. login) per ricevere in anteprima le ultime novità di questa sezione.

Bando di selezione ANIP

Bando di ammissione. Controlla le date di scadenza per accedere alle prove di selezione ANIP

Libro

Pubblicato il libro Il DPS Guida alla compilazione. Semplice guida completa di modulistica ed esempi pratici per la compilazione del D.P.S. (Documento Programmatico per la sicurezza Collana ANIP testi professionali.

Google

Sito Accreditato ANIP











© 1996-2017 - esperti.com tutti i diritti riservati. Sito sviluppato per le specifiche W3C HTML 4.x Uso, duplicazione, riproduzione, diffusione, copia, distribuzione delle informazioni contenute nel sito, degli articoli, dei marchi e delle immagini senza espressa autorizzazione sono vietati. Pagina visualizzata il 20 / 9 / 2017 alle ore 18:27 (IP 54.162.181.75) con un browser CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/) - esperti.com p.iva 00899550248 - Sede operativa nella sezione Contatti - e-commerce transactions by paypal.com - hosting by gandi.net
esperti.com